Cbd, che cos'è? Scopriamolo insieme

Cbd, che cos’è? Scopriamolo insieme

Se hai sentito parlare di cannabis legale e non hai mai avuto coscienza di ciò che si nasconde dietro alle principali differenze tra thc e cbd, vuoi approfondire l’argomento e scoprire quali negozi in Italia permettano l’acquisto di cannabis legale, allora sei capitato sul portale giusto. In questo articolo ci dedicheremo prima alla definizione del principio attivo della cannabis light, il cbd; in seguito esploreremo insieme il mondo dell’ecommerce della cannabis e dove acquistare i tuoi prodotti in modo sicuro e normativizzato. Continua a leggere per maggiori informazioni!

Cbd: cos’è e perché fa così tanta paura?

Riguardo alla differenza tra cannabis legale e illegale, soprattutto in Italia, c’è davvero molta confusione. Soprattutto dopo il fallimento dell’ultimo referendum popolare, che mirava a legalizzare la coltivazione personale e autonoma delle foglie della canapa – il quale ha raggiunto il consenso popolare necessario ma non è stato approvato – molte critiche e molta confusione sono stati sparsi intorno al fenomeno della cannabis leggera. Sicuramente ne avrai sentito parlare, ma sei effettivamente consapevole di cosa si tratta? Hai contezza della differenza tra la cannabis light e quella illegale? Quali sono i parametri distintivi tra l’una e l’altra, perché si parli di legalizzazione? Niente paura: in questo paragrafo affronteremo insieme tutti questi argomenti.

Innanzitutto, dobbiamo specificare che in Italia è assolutamente possibile comprare un tipo di cannabis, detto light (o legale, appunto) per via delle sue specifiche caratteristiche: si tratta di un concentrato di delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) inferiore allo 0.2% (massimo 0.6%) per via della legge 2 dicembre 2016, n. 242. Al contrario, la cannabis light consiste in una percentuale maggiore del principio attivo ‘fratello’ del THC, detto CBD. Si tratta di un principio dagli effetti assolutamente non stupefacenti, a differenza del THC, ma al contrario, rilassanti e terapeutici. L’uso del CBD in contesti terapeutici è stato approvato e apprezzato anche in Italia, mentre in altri Paesi è possibile l’uso legale (e non solo terapeutico) anche dello psicotropo THC. Nonostante le numerose controversie legali e scientifiche sull’appropriatezza dell’uso del CBD, che riguardano dilemmi più che altro morali e sociali più che tecnico-scientifici, in Italia è stato prontamente utilizzato in via ufficiale come antiepilettico. Nonostante gli scarsi risultati ufficiali, in via ufficiosa sono innumerevoli gli studi sull’efficacia del CBD contro i disturbi d’ansia, attacchi di panico, particolari stati di agitazione e soprattutto come generico rilassante e distensivo. Per queste sue evidenti proprietà, oltre che ad uso terapeutico, il CBD è utilizzato anche come principio attivo di numerosi prodotti a scopo ricreativo, tra cui prodotti per l’igiene e la cura personale, fumo, ricette, make up e profumatore. Nel prossimo paragrafo vedremo insieme dove e come acquistare cannabis legale per innumerevoli scopi personali e ricreativi.

Dove acquistare cannabis light

In Italia si può acquistare in sicurezza ed in maniera anonima prodotti ad alto contenuto di cbd in negozi specializzati sia fisici che e-commerce. Per quanto riduarda i migliori servizi online di cannabis light per fumo, che si occupano della vendita in totale controllo e sicurezza, troviamo Tetralight.it: visitando il sito, a cui potrai accedere legalmente solo se sei maggiorenne, potrai acquistare e ricevere in forma anche anonima entro le 24 ore i prodotti che acquisterai online. Si tratta di cannabis coltivata in maniera naturale, 100% legale secondo la normativa vigente in Italia. E soprattutto, si tratta di un servizio veloce e sicuro, in cui potrai pagare direttamente alla consegna, oppure, senza maggiorazione, a mezzo bonifico bancario o carta di credito. Consigliatissimo, per scegliere erba selezionata legale, 100% naturale, in privacy e sicurezza.