Smalto semipermanente autolivellante caratteristiche e utilizzo

Smalto semipermanente autolivellante: caratteristiche e utilizzo

Quando ci si occupa del mondo femminile una parte consistente viene dedicata agli smalti. Avere unghie e mani curate è sempre buona cosa sia per un aspetto estetico ma anche personale. In commercio si trovano moltissime tipologie di smalti ma quelli che vanno per la maggiore sono i semipermanenti in grado di resistere maggiormente rispetto a quelli normali e non rovinano in maniera eccessiva l’unghia come può accadere con il gel. Avere mani e piedi perfettamente coordinati con un bel smalto semipermanente autolivellante soprattutto in estate vi toglierà il pensiero di rimettere lo smalto ogni volta che si rovina, cosa che accade molto spesso con lo smalto con l’asciugatura all’aria. Prima di tutto è necessario spiegare cosa sia uno smalto semipermanente.

Uno smalto semipermanente si differenzia dallo smalto normale perché l’asciugatura non avviene all’aria bensì mediante una lampada UV che ne garantirà una durata maggiore come la sua resistenza che di base raggiunge le due settimane. A livello di consistenza lo smalto semipermanente raggiunge una solidità quasi come un gel perché sono simile alla gelatina che poi viene stesa mediante l’uso di un pennellino. Bisogna prestare attenzione ad un dettaglio non indifferente in cui molto spesso ci si imbatte, lo smalto semipermanente non equivale alla ricostruzione in gel, quest’ultima tecnica serve per rendere le unghie più lunghe ma viene realizzata da una persona competente in materia che ha studiato e si è specializzata in questo settore, se non viene eseguita da chi del settore si rischia di incorrere in danni sono irreversibili.

Procedura per mettere lo smalto semipermanente autolivellante

Il semipermanente autolivellante grazie alla sua texture leggera può essere rimosso in qualsiasi momento voi desiderate. Se siete delle amanti degli smalti e vi ritenete abbastanza brave da poter svolgere il lavoro senza ricorrere all’estetista, nei più famosi siti e-commerce potrete trovare tutto quello di cui avrete bisogno per delle unghie davvero favolose e invidiabili da tutte. Per prima cosa ci si deve dotare di un detergente che vi aiuterà a rendere l’unghia idonea alla lavorazione, il detergente serve a togliere ogni traccia di grasso in modo tale da poter fare maggiore aderenza questo garantito dalla stesura del primer. Si stende lo smalto e si sigilla il tutto con un top coat e come ultimo step si mette in posa solitamente da 60 a 120 secondi nella lampada UV. Se non sapete che strumentazione acquistare perché ci sono troppe scelte è sufficiente capire inizialmente quali sono le vostre esigenze se è per una vostra passione o volete farne il vostro lavoro. Nulla toglie che si possono acquistare più strumenti in modo tale da provare vari tipi di marche.

Caratteristiche smalto semipermanente autolivellante

Vi è una cosa da sottolineare l’unghia non deve essere preparata solo da un punto di vista dell’applicazione dello smalto ma deve essere curata anche lei. Si devono accorciare le unghie dandogli la forma che più vi aggrada, lo spingi cuticole vi aiuterà ad avere la superficie dell’unghia più aperta possibile e solo dopo questi primi step essenziali si potrà procedere con l’applicazione dello smalto come spiegato in precedenza. L’asciugatura e la densità del colore dipende dai vostri gusti sappiate che più colore mettete più tempo ci vorrà per l’asciugatura. Lo smalto semipermanente autolivellante è in grado di resistere per ben due settimane senza aver bisogno di ritocchi, essendo di facile rimozione è possibile cambiare colore quante volte si vuole. Per rimuoverlo niente paure esistono due modi infallibili, la lima che serve solo a togliere lo strato di colore poi è sufficiente procedere con un fresa per rimuovere ogni tipo di residuo. Il secondo metodo è un solvente creato apposta, l’unghia verrà avvolta in questo solvente e trascorso un po’ di tempo dovrete notare come poco a poco lo smalto si rimuove in maniera totalmente autonoma, in caso passare con la lima per rimuovere i residui.